Strutture

mappatura università che collaborano con il CIRPA

Con oltre 700 anni di storia e 130mila studenti, la Sapienza è la prima università in Europa. La sua missione è contribuire allo sviluppo della società della conoscenza attraverso la ricerca, la formazione di eccellenza e di qualità e la cooperazione internazionale.
L’offerta formativa della Sapienza comprende oltre 250 corsi di laurea e 200 master. Tra i servizi a disposizione vi sono 59 biblioteche, 21 musei, gli sportelli di orientamento Ciao ed Hello, la rete di sportelli Sort nella facoltà , l'ufficio per i diritti delle persone disabili.
Della platea studentesca fanno parte oltre 30mila fuorisede, circa 7.000 iscritti di nazionalità non italiana e circa 1000 studenti Erasmus all’anno sia in entrata che in uscita. L’orientamento in entrata, il placement in uscita e l’informatizzazione sono l’orizzonte strategico in tema di servizi agli studenti.
La Sapienza, grazie a 11 facoltà, 63 dipartimenti e numerosi centri di studio, raggiunge livelli di eccellenza in campi di ricerca quali l’archeologia, la fisica e l’astrofisica, le scienze umanistiche e i beni culturali, l’ambiente, le nanotecnologie, la terapia cellulare e genica, il design, l’aerospazio.
L’attuale Rettorato è collegiale; accanto al rettore, operano un prorettore vicario e un gruppo di prorettori e delegati con competenze specifiche, ai quali si affiancano alcuni comitati e commissioni per la valutazione, per la programmazione strategica, per la qualità e l'integrazione delle attività, nonché per tematiche specifiche.
Il simbolo dell'Ateneo è il Cherubino che, in associazione al naming "Sapienza Università di Roma"; costituisce il marchio/logotipo registrato della Sapienza; il motto è rappresentato dalla frase "Il futuro è passato qui".

 

http://www.uniroma1.it

 

 

Fondata da Filippo III di Spagna nel 1620, l’Università di Cagliari nasce con quattro insegnamenti: Teologia, Leggi, Medicina, Filosofia ed Arti. Nella seconda metà del 1700 viene realizzato Palazzo Belgrano che ancora oggi ospita il Rettorato e la Biblioteca Universitaria. Con la Legge Casati" del 1859 a Cagliari si sviluppa l’Orto Botanico e la Stazione Biologica.

 

Le strutture attualmente esistenti si sono sviluppate in tre distinte fasi nell’arco del 1900. Negli anni ’30 nascono le Facoltà di Farmacia, Magistero e Ingegneria Mineraria; nel secondo dopoguerra seguono Lettere e Filosofia, la Casa dello Studente e la "Cittadella dei Musei”. Negli anni ’80 ha preso avvio a Monserrato la costruzione della nuova cittadella universitaria e del Policlinico.

 

La progressiva crescita dell’ateneo ha portato all’attuale configurazione in 6 Facoltà e 17 Dipartimenti, che costituiscono i nuclei operativi dell’organizzazione universitaria preposti al raggiungimento degli obiettivi primari dell’ateneo: la ricerca e la didattica, al servizio dell’elevato fabbisogno di innovazione richiesto dall’odierna società della conoscenza.

 

Con oltre 32.500 iscritti, 44 corsi di laurea triennali, 34 magistrali e 7 a ciclo unico, 45 scuole di specializzazione, 34 corsi di dottorato, 7 master attivi, l’ateneo di Cagliari assicura un importante contributo per l’alta formazione dei giovani che scelgono di studiare a Cagliari e per l’intera comunità isolana.

 

http://www.unica.it

 

 

L'Università di Napoli in quest'ultimo ventennio dell''800 e nel primo decennio del Novecento cresce di prestigio, sul piano scientifico, mentre sul piano giuridico ed amministrativo dovrà subire la conseguenza di forti limiti, per il superamento dei quali provvederà l'applicazione della Legge Gentile ed il radicale riordinamento che da essa deriverà all'Università italiana. Ma difficoltà strutturali, edilizie ed organizzative, si presentano sia negli anni precedenti che negli anni successivi la seconda guerra, che fa registrare grandi distruzioni subite dalla città, le quali colpiscono la stessa Università, violentemente offesa dall'incendio del 12 settembre 1943, provocato da truppe tedesche.

La generale trasformazione dell'Università italiana in Università di massa fa sì che, nella seconda metà del Novecento, l'Università di Napoli sia la seconda del Paese, dopo l'Università di Roma, per dimensione.

Un profondo rinnovamento edilizio, l'arricchimento dell'offerta didattica e il consolidamento amministrativo hanno messo l'Ateneo Fridericiano in grado di affrontare la nuova situazione.

L'attuale Rettore è il prof. Massimo Marrelli.

 

http://www.unina.it

 

 

La Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA) è un’università italiana non statale di ispirazione cattolica, nata nel 1939 come Istituto Superiore di Magistero "Maria Ss. Assunta".
La LUMSA gode di autonomia didattica, scientifica, amministrativa, organizzativa e disciplinare; rilascia titoli che hanno pieno valore legale e sono equipollenti a quelli delle Università statali.

La LUMSA, in particolare

  • contribuisce allo sviluppo della ricerca scientifica e all’approfondimento degli studi, per il bene comune
  • fornisce ai giovani una qualificata formazione culturale e civile per prepararli a un inserimento consapevole nel mondo del lavoro e delle professioni e all’assunzione di responsabilità nella società
  • favorisce l’aggiornamento e la formazione continua degli adulti
  • aiuta i bisognosi e i meritevoli nello studio e nella ricerca
  • garantisce, nel rispetto della propria identità e dei principi costituzionali, parità e pari opportunità tra uomini e donne; rifiuta ogni forma di discriminazione, diretta e indiretta e si impegna a contrastare ogni forma di violenza morale e psichica; adotta e promuove le misure necessarie ad assicurare il benessere organizzativo negli ambienti di lavoro.
 

http://www.lumsa.it

 

 

L'Università degli studi Roma Tre è stata fondata nel 1992, è l'università più "giovane" di Roma e conta quarantamila studenti iscritti.
Sono attive 8 Facoltà e 32 dipartimenti che offrono corsi di Laurea/Laurea magistrale, Master, Corsi di perfezionamento, Dottorati di ricerca, Scuole dottorali e Scuole di specializzazione.
Nell'attuazione della nuova offerta didattica, definita in

   
   
   

base alle esigenze di un mercato del lavoro che ha dimensione europea e internazionale, Roma Tre è pienamente impegnata nel proporre percorsi formativi che consentano di raggiungere elevati livelli di specializzazione professionale e di preparazione alla ricerca.
A Roma Tre è stato introdotto il controllo della qualità dei servizi e il monitoraggio dell'organizzazione e della gestione della didattica per assicurare efficienza e favorire la motivazione di quanti lavorano e studiano nell'Ateneo.
Roma Tre è una leva vitale dello sviluppo urbanistico della capitale; è un attivo centro di produzione culturale a dimensione internazionale; dedica energie e risorse all'ideazione e all'organizzazione di convegni e seminari, che sono occasioni di riflessione e di incontro con personalità di spicco nel campo della cultura, della ricerca e dell'impegno sociale e politico.

 

http://www.uniroma3.it

 

 

“Universa universis patavina libertas”, questo il motto che caratterizza da sempre l’Università di Padova, e anche lo spirito di libertà di cultura e di espressione che spinse un gruppo di studenti e docenti a lasciare l’Università di Bologna per Padova. L’Università di Padova non nasce quindi ex privilegio, grazie a un editto papale o dell’Imperatore, ma per una favorevole congiuntura di fattori: la massiccia trasferta da Bologna di docenti e professori da una parte e la benevolenza e il supporto del Comune dall’altra. Anche se l’attività di studio e ricerca risale a molti anni prima, il 1222 è riconosciuto come l’anno di fondazione: quell'anno infatti risulta essere la prima registrazione di una regolare organizzazione universitaria.

 

http://www.unipd.it

 

 

 

Italiano